Jery Santagostino e Sofia Iani in arrivo al Volley Academy Modena!

Jery e Sofia cercano un trampolino di lancio a Modena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da Sinistra Jery Santagostino e Sofia Iani

“La Nazione” – 01.09.2018

[Da “CittàdellaSpezia.com”]

Sarzana – Val di Magra – Insieme nel “tempio della pallavolo italiana”, come tutte e due definiscono giustamente la città dell’Emilia, dove quella Mulattieri Valdimagra nel cui settore giovanile sono cresciute le ha mandate in prestito a mietere esperienza e magari a lanciarsi verso ancor più rinomati lidi.
Sofia Iani e Jery Santagostino, rispettivamente palleggiatore e centrale entrambe classe 2001, sono appena approdate a Modena dove disputeranno la stagione pallavolistica in avvio tra le fila della Prima squadra (in Serie C emiliana con ambizioni di salita in B) e pure dell’ Under 18 del locale Volley Academy Mo.
La Iani è reduce da un’annata in prestito al Centro Volley Autorev Spezia, chiusa col titolo di vicecampione territoriale “U18”, dopo che il Valdimagra Volley l’aveva prelevata a suo tempo dalla sezione “verde” del Canaletto: ivi era pervenuta da quella dell’ Olimpia Sp.

“Abbiamo pochi giorni di tempo per dare una prima occhiata – afferma Sofia che in loco finirà il liceo scientifico – in quanto siamo in partenza per un lungo ritiro precampionato in montagna. Ad ogni modo Modena ci sembra una bella città, abitiamo in centro insieme ad altre tre compagne di squadra, per cui di sicuro non ci sentiamo sole. Lo stesso ambiente dell’ Academy pare molto promettente. Insomma, emozionate, ma di certo non spaventate”.
La Santagostino, giunta a Santo Stefano dal “vivaio” della Pallavolo Follo, quel titolo territoriale Under 18 l’ha vinto nei ranghi del Lunezia a cui era stata “prestata”; non solo, ma a Sarzana ha persino assaporato la B2, in 1.a squadra. “E’ una grande emozione in effetti – dice Jery che nel frattempo là studierà da geometra – essere in una dimensione volleystica come quella modenese che tanto ha sempre voluto dire, in Italia, per questo sport. Ovviamente poi, il proposito è di farne una base di ulteriore crescita eccome, senza tanto crogiolarsi su quanto già acquisito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *